La Chiesa di Sant'Eustachio

La chiesa parrocchiale, dedicata a Sant’Eustacchio, risale al XIV secolo, ma venne rifatta alla fine del ‘700, mentre il campanile è della metà del ‘600. Distrutto durante la II guerra mondiale, la chiesa è stata ricostruita com’era, a tre navate. Sull’altare maggiore spicca un bel affresco con la Madonna ed il Bambino, del XVI secolo, mentre a lato della cappella maggiore è degno di nota un piccolo tabernacolo in marmo, col Cristo morto, risalente probabilmente al XV sec. Fra le altre opere ricordiamo un quadro coi Santi Eustacchio, Sebastiano e Rocco, opera dello Zampa; tre statue scolpite dai fratelli Graziani di Faenza e un San Giuseppe ligneo del Perathoner. Nel battistero si può vedere uno stemma di Mordano con il drago e la freccia, datato al 1567: prima di allora, infatti, nello stemma campeggiava un gelso, a sottolineare la derivazione del toponimo Moretanum (moro, gelso).

La chiesa di Sant'Eustachio

Hai qualche curiosità su cosa vedere nel nostro territorio?

Clicca sul bottone e compila il form, ti risponderemo il prima possibile